Sunday, 17 April 2016

Fantascatti


  • Giocatori: 2-8
  • Durata: 20 min 
  • Età consigliata: 8+


Si tratta di uno di quei giochi pericolosi se fatto tra adulti. Attenzione alle mani, meglio tagliarsi bene le unghie se non volete infliggere danni non letali ai vostri amici.
Fantascatti è un gioco non troppo semplice facilmente giocabile in famiglia o tra amici durante una di quelle serate o pomeriggi in cui avete voglia di giocare, ma non avete voglia di perdervi in giochi che durino ore. Perché per Fantascatti vi basteranno solo 20 minuti, anche meno se siete bravi.


Come si gioca?
Inizialmente disponiamo sul tavolo con un ordine casuale tutti gli oggetti. Mentre una persona mischia il mazzo gli altri si preparano stile avvoltoi a fiondarsi sull'oggetto in questione.
E qui arriviamo alla parte saliente del gioco.
Il 'mazziere' gira la prima carta del mazzo, i giocatori con abile prontezza dovranno afferrare l'oggetto che manca per forma e per colore.
Come riconosciamo l'oggetto giusto?

  • Se sulla carta è rappresentato l'oggetto del colore esatto, quindi coincide con l'oggetto in legno che abbiamo a disposizione, va afferrato.
  • Se sulla carta vi sono illustrati gli oggetti di colori differenti rispetto a quelli che abbiamo, allora afferreremo l'oggetto che manca per forma e per colore.

Esempio figura sopra:
  1. Sulla carta di destra tra gli oggetti illustrati vi è il fantasmino bianco. 
Quindi sì! Va afferrato! Perché è rappresentato in modo corretto sia per la sua forma sia per il suo colore. 
     
      2. Sulla carta di sinistra troviamo il libro bianco e la poltrona grigia. Dunque non afferreremo:
  • la poltrona perché è raffigurata sulla carta
  • il topolino perché abbiamo già il grigio della poltrona
  • il fantasmino perché c'è il bianco del libro
  • il libro perché è rappresentato sulla carta
Quindi ci fionderemo sicuri sulla bottiglia perché manca per forma e per colore ed è quindi l'oggetto giusto! 



Tuttavia, vi è una regola speciale che dice: Ogniqualvolta è rappresentato il libro sulla carta, il giocatore invece di afferrare l'oggetto dovrà urlarne il nome.
Esempio:

  • L'oggetto raffigurato è una bottiglia bianca e un libro blu. 
Il libro è rappresentato in modo corretto sia per forma che per colore. Quindi urleremo:
LIBRO!!!  

Adesso che abbiamo capito la meccanica del gioco cerchiamo di capire come far punti. 
Non che ci voglia molto, eh? Credo sia abbastanza intuitivo. 
Ogni volta afferrato, o urlato, l'oggetto corretto ci aggiudichiamo la carta. 
Ogni carta è un punto.
Chi fa più punti vince! 

Facile no? 

Se vogliamo essere cattivi fin dall'inizio giochiamo in maniera completa. Quindi ogni qualvolta sbaglieremo sia ad urlare sia ad afferrare l'oggetto scarteremo una delle carte che ci siamo aggiudicate fino a quel momento.

Il gioco termina quando il mazzo si esaurisce


Cosa ne penso? 
Sicuramente uno dei miei giochi preferiti. Peccato che ormai quasi nessuno voglia più giocare con me. 
Lo adoro per la semplice meccanica che ci sta dietro, perché migliora la velocità di riflessi e mantiene attiva l'attenzione fino al termine del gioco.
Certo, il fatto che non duri molto aiuta. 
Uno di quei giochi che avrà successo fin dal primo istante per i giocatori che amano questi giochi di prontezza, deduzione e velocità.
Se siete più da strategia...ahem..no, non è il gioco che fa per voi. Qui non vi è concesso troppo tempo per pensare. 

Quindi scatenatevi e fatemi sapere se vi è piaciuto e se volete concedermi una sfida! 



Potete trovarlo anche su Amazon 

*Sono affiliata ad Amazon, quindi quando acquisterete uno o più articoli tra questi link percepirò una commissione(massimo 12%) che amazon mi fornirà in buoni spendibili sul sito.
Buoni che saranno spesi per libri e accessori con lo scopo di arricchire il canale, il blog etc.
Se desideri sostenermi puoi acquistare dai link proposti sopra oppure da Qui
Grazie di cuore ❤ ^_^

No comments:

Post a Comment

Posts

Recent

About Me

About Me
About me Facebook
She needed a hero, so that's what she became.