Monday, 26 September 2016

Virtual Reality Italia► La prima Sala Giochi in Europa


Una delle cose più belle che mi rimarrà nel cuore in particolar modo dell'esperienza de La Rocca Implacabile è sicuramente la Realtà Virtuale.
Un'esperienza unica che almeno una volta nella vita bisognerebbe provare. La sensazione del vuoto sotto i piedi, della paura che aumenta i battiti nel vedere un T-Rex a pochi cm dal tuo naso. Quasi come averlo lì. Poterne delineare i contorni. Poterlo guardare negli occhi e gustarne l'imponenza.
E senza pensarci, così d'istinto rannicchiarsi per paura che ti sbrani. Perchè sì, sei talmente piccola da poter essere sbranata in un sol boccone.
Questa cari miei è la Realtà Virtuale che ho potuto sperimentare grazie all'associazione Virtual Reality Italia, più precisamente con Alberto Marconetto che ha avuto la pazienza di fermarmi tutte le volte che ero in procinto di correre o di 'precipitare'.
Perchè è un'esperienza talmente coinvolgente da dimenticarti che in realtà ti trovi tra le quattro mura di una stanza comune.
Virtual Reality Italia offre la possibilità di prenotare la Sala Giochi e di poter scegliere tra una cinquantina di realtà differenti da sperimentare. Mi è stato accennato che saranno presenti anche giochi con gli zombies, e mi conoscete bene, come potrei farmi sfuggire l'occasione?
Anche se ripensando alla reazione col T-Rex potrebbe essere veramente spaventoso, ma come dire di no ad un'orda di zombie che viene a sbranarti?
E adesso scopriamo di più lasciando la parola direttamente agli ideatori di Virtual Reality Italia, Alberto Marconetto e Alessio Azzalin che hanno reso possibile tutto questo.




Partiamo dall'inizio cos'è Virtual Reality Italia e com'è nata? 
Virtual Reality Italia è un’associazione culturale nata dall’idea di esplorare il mondo che verrà, a partire proprio dalla realtà virtuale che sta diventando, dopo anni in cui se ne parla solo, tecnologia consumer. Abbiamo iniziato ad informarci sui prodotti, sulle esperienze di chi aveva provato, ascoltando il loro entusiasmo poco per volta ci siamo decisi e ci siamo lanciati in questa nuova avventura, che permette agli associati di provare varie esperienze ludiche o esplorative, immersi in mondi fantastici a 360°, e in molti casi anche ad interagire con essi.

Dove sarà situata la Sala Giochi dedicata alla Realtà Virtuale? 
La nostra sede è a Vigliano B.se in provincia di Biella in via Dante 29, una buona via per essere traghettati in un nuovo mondo.


Come avviene la prenotazione di un viaggio virtuale e quanto può durare?

Basta chiamarci, mandarci una mail o anche un messaggio su fb con le generalità e il momento in cui si vuole prenotare. La durata ha un limite di 30 minuti, di più soprattutto ai primi tempi è un'esperienza molto estraniante e va presa a piccole dosi.

Se un gruppo di amici volesse condividere il medesimo viaggio virtuale contemporaneamente nella stessa sala sarebbe possibile? 

Non ancora ma ci stiamo attrezzando anche per quello, c’è da dire che sono pochi i software davvero belli che al momento lo permettono e noi cerchiamo di avere solo il meglio per i nostri associati.

Quali possono essere gli eventuali rischi di partecipare ad un'esperienza del genere? Al momento il rischio è di non voler smettere, scherzi a parte ci sono decine di attività, alcune completamente prive di rischi, altre più estreme che possono causare anche piccoli malesseri, dovuti principalmente al fatto che utilizzando un supporto che inganna sia la vista che l’udito, anche l’equilibrio viene colpito, quindi esperienze come le montagne russe o combattere come in guerre stellari su un jet da combattimento, può risultare un po’ forte per lo stomaco.

L'evento è aperto a tutti oppure c'è un limite d'età?


A nostro avviso è possibile associarsi dai 7 ai 70 anni, ma fondamentalmente chiunque può farlo, però alcune esperienze troppo “eccitanti” o realistiche (vedi dinosauri, zombi o sangue) non li facciamo fare ai bambini o ai più impressionabili

Secondo voi una tecnologia di questo genere potrebbe portare alla gestione di gruppi di Gioco di Ruolo a distanza, una sorta di Roll20 o similari, ma all'interno di un'ambiente virtuale? 

Sono abbastanza certo che sarà così. Avere un narratore e guardarsi negli occhi è bello ma l’idea di poter fare un gdr live in realtà virtuale renderà tutto “vero”, immaginate un incontro con un Drago nero gargantuesco o scappare da orde di pirati in VR, con al fianco i vostri amici vestiti come i loro personaggi, e tutti immersi in mondi realistici a 360°, sarà entusiasmante, dobbiamo solo ricordarci che è finto e che vivere avventure nel mondo vero è più bello, altrimenti rischiamo di perderci, ma il livello di evasione sarà centuplicato.

C'è una persona che vi è rimasta particolarmente impressa per aver reagito in maniera indimenticabile ad una delle realtà che avete avuto modo di far provare? 

Assolutamente si, abbiamo un’amica che ha superato i 50 e con enorme scetticismo, mentre infilava il caschetto, mi ha ricordato che a lei i videogiochi non sono mai piaciuti, 3 minuti e qualche urlo dopo lo toglieva, dicendo che non aveva mai provato una roba più figa! E’ un ricordo impagabile che continua a balenarmi in mente.

L'ambiente ricreato con la Realtà Virtuale permette di provare emozioni, paure , ma anche  di condividere esperienze e informazioni. Cosa ne pensate della possibilità che venga utilizzato all'interno delle scuole?
Stiamo già iniziando a prendere contatti con alcune scuole, perchè ci sono materie come l’astronomia o la storia e tante altre che, con i software giusti, potrebbero rivitalizzarsi e diventare molto più interessanti per tutti.


Il vostro progetto ha riscontrato parecchio successo negli eventi ai quali avete partecipato, ma cosa vi aspettate dal futuro?
Al momento c’è stato un grande interesse, e sembra in aumento, quindi speriamo di poter crescere e aiutare la gente ad entrare in maniera graduale, ma con la consapevolezza dell’enorme potenziale, in questa nuova incredibile tecnologia che è solo all’inizio.




  


2 comments:

  1. L'idea della sala è geniale...
    Tuttavia non credo che la proverei. La realtà aumenta mi fa girare la testa, forse proverò quando sarà meglio sviluppata.

    ReplyDelete
  2. Alcune persone sono più sensibili ^_^ Se un giorno la proverai fammi sapere!

    ReplyDelete

Posts

Recent

About Me

About Me
About me Facebook
She needed a hero, so that's what she became.